Domenico Agostini - supino

Domenico Agostini - supino

Sito non Ufficiale su Supino
Vai ai contenuti

Menu principale:

Domenico Agostini

Il Maestro Domenico Agostini , meglio noto ai Supinesi come "Sor Domenico", ha guidato centinaia di giovani attraverso il percorso formativo musicale. La presentazione che segue è tratta da un depliant introduttivo alla mostra fotografica "Immagini e liete note nel tempo" svoltasi a Supino nel 1999 e dedicata appunto all'attività del Maestro.sor domenico

Il maestro Domenico Agostini è nato a Supino il 24 Maggio 1920. Iniziò ad apprendere le prime nozioni musicali nel 1928 dal Maestro Giuseppe Gismondi. Nel 1930, entrò a far parte della Banda Musicale di Supino, nel 1932 si esibiva già come tromba solista, continuando a farne parte fino agli inizi degli anni 40, anno in cui venne chiamato per il servizio militare in Africa settentrionale. Durante questi anni, contemporaneamente, è stato prima tromba(dal 1933 al 1936) della Fanfara degli avanguardisti di Supino e dal 1936 agli inizi del 1940 della Banda provinciale dei giovani fascisti di Frosinone. Nel 1952 ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio presso il Conservatorio di Musica "Santa Cecilia" di Roma, più tardi ha ripreso gli studi musicali diplomandosi in Tromba presso il Conservatorio di Musica "Alessandro Casella" dell'Aquila. In quegli anni ha collaborato come tromba solista con importanti formazioni corali di Roma. Si ricorda, il concerto per Tromba ed Organo tenuto in duo con il Maestro Giuseppe Agostini presso la Sala Borromini dell'Oratorio S.Filippo Neri di Roma. Dal 1949 ad oggi ha svolto una ininterrotta attività didattica. Ha insegnato educazione musicale presso l'Istituto d'Arte di Anagni e nelle scuole medie di Sgurgola e Morolo. Ha istituito corsi di Orientamento Musicale di tipo strumentale in tutti i paesi Lepini: a Ceccano, Patrica (Scuola Elementare Quattro Strade), a Morolo (Scuole Elementari Cerquotti e Centro), Ferentino (Chiesa di San Giuseppe e località "Cartiera Quarto"), a Sgurgola (presso la sede del Comune). Ha impartito lezioni a decine di centinaia di giovani allievi. Da questa intensa ed eclettica attività che compie quest'anno il 50° anniversario, è nata l'idea di una esposizione storico fotografica. Il raccontobibliografico è stato diviso in quattro parti:

ATTIVITA' BANDISTICA

La lunga e straordinaria attività Musicale del Maestro Domenico Agostini, ci permette di ricostruire, abbastanza fedelmente, l'attività della Banda di Supino grazie ai suoi ricordi ed a quelli trasmessigli dal padre (classe 1892, flicorno basso della banda) e dai musicanti dell'Epoca, permettendoci così di conoscere l'ultra centenaria storia della nostra Banda. E' accertato che nel 1865 si trasferiva a Supino proveniente da Roma, il Cavalier Borneo Maestro Filippo per raggiungere da noi la sua signora, ostetrica condotta. Qui dette inizio alle attività d'insegnamento, formando il primo gruppo bandistico.la banda negli anni 20 Alla sua morte avvenuta a Supino nel 1880 gli subentrò, dopo qualche anno, il Maestro Domenico Pietrandrea, ritornato in paese da Roma dove aveva prestato servizio musicale nella Banda Città del Vaticano. Sotto la sua direzione, la formazione migliorò notevolmente diventando un buon complesso, apprezzato e noto anche nei paesi limitrofi. Dopo la fine del 1° conflitto mondiale, prese la direzione il Maestro Giuseppe Gismondi. Il Maestro Domenico Agostini, a quel tempo bambino, si avvicinò alla musica, le prime lezioni gli furono impartite dal Maestro Gismondi, entrò a far parte di questo complesso nel 1930. Gismondi tenne la direzione fino al 1938, anno in cui passò al giovane Maestro Gesualdo Coggi (primo Maestro di Supino diplomato al Conservatorio in Clarinetto e Composizione). Dopo gli eventi bellici, nel 1944, la Banda Musicale fu riorganizzata dal Maestro Enrico Nicodemi. Rientrato da poco dalla campagna dell'Africa settentrionale, venne nominato capobanda il Maestro Domenico Agostini. Nel 1950 al ritiro dello stesso nicodemi gli subentrò fino al 1988. Fà eccezione un breve periodo degli anni 60 in cui riprese la direzione il Maestro Gesualdo Coggi. Il Maestro Domenico Agostini collaborò come capobanda artistico e flicorno solista. Negli anni 90 la direzione della Banda è passata al Maestro Bruno Cerilli e al suo ritiro è subentrato il giovane Maestro Alessandro Celani. Contemporaneamente all'attività bandistica a Supino, il Maestro Domenico Agostini nelle stagioni musicali che vanno dal 1946 al 1949 ha fatto parte come primo flicorno solista della più grande formazione bandistica del Lazio, la Banda città di Roccasecca, di cui facevano parte i più noti professionisti delle Bande Militari di Roma e uno dei più grandi flautisti di tutti i tempi, il Maestro Severino Gazzelloni. In questo periodo dell'immediato dopoguerra, ferveva un grande desiderio di rinascita e libertà. In questa atmosfera animata dalla voglia di divertimentoe di far musica, il Mestro, in collaborazione con il Sen. Dante Schietroma diede vita alla più grande Jazz Band della Provincia, che vedeva il giovane avvocato nell'Orchestra in veste di Direttore e fisarmonicista. La formazione si esibiva in molti centri della ciociaria: a Fiuggi fonte, presso le Terme di Pompeo, al Palazzo della Provincia di Frosinone e nellepiù frequentate piste da ballo del tempo. Nel 1947, il Maestro da vita all "Florida", formazione che ha riscosso enorme successo sia in paese che nei paesi limitrofi ed ha contribuito alla ripresa morale in quegli anni. Nel 1969, ricostruiva la Banda Musicale città di Sgurgola, sciolta da oltre 30 anni, inserendo in questo complesso più di trenta suoi allievi e portandoli in breve tempo ad eseguire brani di musica operistica e sinfonica.

ATTIVITA' DIDATTICA

Nel 1949 il Maestro iniziò in via del Portico n°5, sede della sua abitazione, ad impartire le prime lezioni di musica. Una vocazione naturale all'insegnamento la sua! Lezioni gratis o quasi (pagavano pochi e poco)una vera missione culturale! Gli strumenti di insegnamento? Tutti gli strumenti per la banda musicale, il mandolino, la chitarra classica ebatteria jazz rudimentale, (nel migliore dei casi assemblata con le percussioni della Banda) e soprattutto fisarmonica. Ogi giovane supinese che in quell'epoca emigrava portava con se un piccolo bagaglio musicale e una fisarmonica a tracolla. Nell'anno 1958-59 il Comune di Supino, organizzò, su invito del Dr. Domenico Zuccaro, a quel tempo Segretario Generale delle Scuole Medie Inferiori d'Italia, il corso di orientamento musicale di tipo corale che venne assegnato al Maestro Domenico Agostini. Come sede del corso, fù destinato l'edificio della Scuola Elementare; la frequenza fù subito altissima e altrettanto l'entusiasmo. Il Maestro aveva saputo creare la giusta atmosfera ed il corso divenne un punto di riferimento e di incontro per la quasi totalità della gioventù di Supino. I giovani allievi, imparavano la teoria musicale e praticavano il canto corale. A proprie spese il Maestro organizzò gite scolastiche rimaste nella memoria degli allievi come ricordi indelebili, insieme al piccolo bagaglio culturale acquisito. Quando il Corso passò da tipo Corale a Strumentale, alcuni di questi ebbero l'opportunità di imparare uno Musica in campagnastrumento della Banda, oppure strumenti a corda, tastiere e percussioni. A scopo didattico durante il periodo del corso, si formavano piccole "orchestrine", che lasciavano spazio alla creatività e alla fantasia dei giovani i quali si cimentavano con i successi del tempo. Queste esperienze hanno dato vita negli anni settanta alla formazione denominata "Agostini and his Boys", gruppo semi professionale che si presentava per la prima volta al pubblico in perfetta divisa orchestrale, come non si era mai visto prima in provincia! Questa formazione ha suonato in occasione di feste pubbliche e private, compiendo piccole tournèe nei paesi limitrofi e fuori provincia. Il gruppo si trasformerà in seguito in "The Diamponds". Negli anni seguenti allievi più giovani hanno dato vita ad altri gruppi di cui ricordiamo "The New Diamonds 2" gruppo ispirato alla formazione storica. Negli anni 80 vengono istituiti i saggi di fine anno scolastico, manifestazioni di successo straordinario per gli allievi che si potevano esibire dando prova della loro preparazione. A richiesta dei genitori ed amici molti saggi sono stati replicati nel giardino (la macchia prima), della villa del Maestro Giuseppe Agostini che con la sua squisita ospitalità trasformava in ore di festosa amicizia. Sono passati per il corso di Orientamento Musicale alcune generazioni di giovani del nostro paese. Tutti hanno appreso come vere e proprie lezioni di vita, i primi elementi musicali e quello che più ha valore, hanno imparato ad amre la musica ed a socializzare. Molti allievi si sono iscritti al conservatorio, alcuni non sono riusciti a diplomarsi ma tutti hanno arricchito la conoscenza del proprio strumento. Un numero abbastanza consistente, ben 13, si è diplomato. Il corso venne sospeso nel 1996 a seguito di una anomalia burocratica con l'Amministrazione Comunale. Il Maestro comunque continuerà le lezioni privatamente, per raggiungere il traguardo che si era prefisso, il 40° anno dalla istituzione. Il 40° ha coinciso con la fine di questo anno scolastico ed è stato festeggiato nel salone della Parrocchia di San Pio X° con un concerto di Mandolino e chitarra tenuto dal Maestro Domenico Agostini accompagnato dalla sua allieva Tania Palitti e replicato a grande richiesta al circolo per anziani "Madre Teresa di Calcutta".

COLLABORAZIONE MUSICALE CON LA SCUOLA ELEMENTARE

Altra attività da ricordare è la lunga collaborazione con la Scuola Elementare di Supino. Durante questo periodo vengono allestite le recite di classe e di fine anno scolastico che difficilmente potranno ripetersi. Il maestro con gli alunni delle elementariQuasi sempre l'organizzazione e la regia erano curate dall'instancabile insegnante Adriana Ersi, coadiuvata degnamente dall'insegnante Annamaria Semeli e da un equipe di brave colleghe. Si trattava di veri e propri mini spettacoli spesso con canzoni e musiche inedite e scenografie da teatro.

ATTIVITA' VARIE

Negli anni cinquanta il Maestro Domenico Agostini è stato organista in tutte e tre le Parrocchie di Supino fino all'esclusione del Gregoriano dai riti religiosi; in quegli anni ha dato vita alla Schola Cantorum "Licino Refice" e a numerosi gruppi corali di cui si potrebbe raccontare a lungo. Ci limiteremo perciò a dire che erano frequentati con zelo e grade entusiasmo.Negli anni settanta è stato socio fondatore del prestigioso coro di Supino "Gerolamo Frescobaldi", diretto dal Maestro Giuseppe Agostini e ne ha fatto parte in veste di corista e tromba solista.

MUSICA DEL TEMPO LIBERO

Tanto amore e passione per oltre sessant'anni, sono stati dedicati alla "musica ricreativa", cioè al piacere di far musica da soli ed insieme, per trasmettere sensazioni piacevoli e buon umore agli amici e a tutti coloro che ascoltavano. Tanti ricordano nostalgicamente le romantiche serenate degli anni trenta-cinquanta. Sembra ancora di udire il suono della sua cornetta uscire da ogni remoto angolo del paese, campagne comprese. Che suono! da quella cornetta sembrava uscissero parole e non suoni.

 
Privacy Policy

Privacy Policy

Copyright 2015 www.supinonline.it
Torna ai contenuti | Torna al menu